Inga Dalsegg

è membro dell’Associazione norvegese degli artisti visivi.

Ha ricevuto l’Ole Vig-Award per la sua arte nel 2005, il Motivational Award di Rindal Bank nel 2013, ed è stata il vincitrice del premio Driva’s Name of the Year nel 2013. I suoi dipinti sono stati acquistati da diverse grandi aziende in Norvegia e Inghilterra e ha partecipato a oltre 80 mostre d’arte nella sua nativa Norvegia e all’estero. Ha esposto le sue opere negli Stati Uniti, Brasile, Inghilterra, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Estonia e Svezia.

Inga è nata a Trondheim nel 1974. Ha vissuto in Inghilterra per 7 anni e si è trasferita in Norvegia nel 2003. Il 31 ottobre 1996 la sorella gemella di Inga, Elin, e il suo migliore amico, Jin, sono stati brutalmente uccisi nella città di Ålesund da una persona che tutti e tre conoscevano bene, 6 settimane prima del suo 22° compleanno. Questo omicidio ha influenzato naturalmente non solo la vita di Inga ma anche i suoi dipinti per un lungo periodo di tempo dopo l’incidente. Come gemella, sentiva non solo che aveva perso una sorella; lei ha perso metà di se stessa quel giorno. I gemelli erano inseparabili e si completavano a vicenda. Dalsegg dice “Non potrò mai più essere la stessa Inga come lo ero prima del 31 ottobre 1996. La mia vita è divisa in prima e dopo quella data. Se non avessi avuto la mia arte non credo che sarei viva oggi. per un lungo periodo di tempo ho sentito che sarei dovuta morire io invece di lei, ma anche che avevo ricevuto una condanna a vita, per continuare a vivere la vita da sola, mentre l’assassino ha ricevuto solo una pena detentiva limitata.

Non ho mai superato quello che è successo – ma ho imparato a conviverci, è una parte di me. Sono fortunata ad aver avuto l’opportunità di usare la mia arte ad aiutarmi a vivere, ad andare avanti nella mia vita.