Ian Kingsford Smith

  • Kelly Saga - 100 x 70 cm - Acrilico su legno
    Kelly Saga - 100 x 70 cm - Acrilico su legno
  • nothing good happens after midnight
    nothing good happens after midnight
  • Somewhere over the rainbow - 66 x 83 cm - Acrilico su legno
    Somewhere over the rainbow - 66 x 83 cm - Acrilico su legno
  • The Explorers - 100 x 70 cm - Acrilico su legno
    The Explorers - 100 x 70 cm - Acrilico su legno

La mia arte è un omaggio alla vita e ai bambini. Con tutto il cuore, creo arte per il benessere di tutti e il mio scopo è quello di diffondere la luce, la gioia e la pace nel mondo.

Ora lavoro in un profondo aspetto spirituale: semplice e facile, come la vita è destinata ad essere.

La mia arte si presenta come un impulso immediato e chiaro per riprodurre le mie varie scoperte della vita sulla tela.

Le immagini nella mia mente si fondono in armonia con una sola parola e la comprensione che vada la pena conoscere qualcosa di più importante. La selezione dei colori è fatto molto in fretta quando creo, così come l’ispirazione divina si rivolge a me così meravigliosamente.

Con la mia arte, voglio essere coinvolta con il mondo. Voglio incoraggiare all’ unità e per ricordare agli spettatori di un senso di appartenenza.

Noi siamo senza limiti e possiamo scegliere di vivere con ispirazione, esprimendo il bene nelle nostre vite in molti modi diversi. Voglio che il mio lavoro insegni alla gente come vivere la vita piacevolmente e liberamente.

Kingsford-Smith vede se stesso come un narratore visivo. “Nella mia pratica artistica”, dice, “la storia, la storia personale, la memoria, documenti di famiglia, le ambizioni, la fantasia, i sogni, la mitologia e la spiritualità” si combinano per creare narrazioni enigmatiche.

Sono narrazioni dettagliate, ma non raccontano una storia esplicita, piuttosto esse attingono nell’immaginazione dello spettatore ed evocano una moltitudine di possibili storie.

Ogni immagine di Kingsford-Smith evoca una storia più grande che acquisisce significato attraverso la sua capacità di giocare in modo sottile con il colore, la linea e la dimensione.

Lavorando con una varietà di mezzi, dalle incisioni, agli acrilici e oli su legno, alle incisioni su linoleum, Kingsford-Smith sostiene che impiegando una tale gamma di materiali ha la possibilità di realizzare la sua visione e portarla vividamente alla vita per lo spettatore.

Ian lavora a tempo pieno come artista a Sydney, in Australia.

Ha studiato pittura con una serie di importanti pittori neozelandesi, tra cui Colin McCahon, Michael Smither e Toss Woollaston.

Ian ha partecipato a mostre personali presso la Galleria M2, a Sydney nel 2016 (Lineage), Galleria Sheffer, a Sydney nel 2015 (Mappa Vitae – Mappe della Vita), GAFFA, Sydney nel 2014 (Pellegrinaggio), Galleria Global nel 2013 (Sogni in cattività), 2012 (Storie australiane) 2011 (I Dingo) 2010 (Alberi sulla carta) e collettive di pittura e incisione a Firenze, New York, Melbourne, Auckland e Cairns.

In precedenza ha preso parte a mostre personali e collettive in Auckland, Dunedin e Palmerston North, Nuova Zelanda

2016 Settembre Lineage M2 Gallery, Surry Hills, Sydney

2016 Maggio Art is Now Galleria360, Florence, Italy

2015 Ottobre Pilgrimage Prints Studio One, Auckland, New Zealand

2015 Settembre Living Waters Chapel on Station Gallery, Melbourne

2015 Luglio Mappa Vitae (Life Maps) Sheffer Gallery, Darlington, Sydney

2015 Maggio Out From Down Under Agora Gallery, New York City, NY, USA

2014 Novembre Pilgrimage Prints  BSG Gallery, Fitzroy, Melbourne

2014 Ottobre The Natural World Fawn Gallery, Melbourne

2014 Agosto Inkmasters Print 2014 Tanks Art Centre, Cairns

2014 Marzo Printmakers Collective LOST in Leichhardt, Sydney

2014 Marzo Mostra collettiva North Sydney Community Centre

2014 Febbraio Pilgrimage GAFFA Gallery, CBD, Sydney

2013 Dicembre Mostra collettiva Pine St Gallery, Chippendale, Sydney

2013 Novembre Printmakers Collective Art Est Gallery, Leichhardt, Sydney