Caricamento Eventi

Art is Now

Via Il Prato 11r
Maggio 3 - Maggio 27
Gratuito

Comunicato stampa

Mostra collettiva: “Art is Now”
Organizzatori: Art Director  Angela Fagu
Inaugurazione Mostra: Venerdì 3 Maggio 2019 ore 19:00
Durata Mostra: 3 Maggio – 27 Maggio 2019
Luogo: Galleria360 Via il Prato 11r Firenze
Sito web: www.galleria360.it Shop-online: http://shop.galleria360.it/
Email: info@galleria360.it Tel. +39 0552399570
Orario apertura: da Lunedì a Venerdì compresi dalle 10:00 -13:00 e dalle 15.00-19.00. Sabato e Domenica chiuso
Ingresso libero

“Nessuno può spiegare come le note di una melodia di Mozart, o le pieghe di un panneggio di Tiziano, producano i loro effetti essenziali. Se non lo senti, nessuno può fartelo sentire col ragionamento.” (John Ruskin)

Secondo Plotino, filosofo neo-platonico vissuto nel III secolo d.c., l’opera d’arte coincide con “l’idea”; è cioè l’immagine perfetta che l’artista ha in sé e sulla quale fonda poi il suo lavoro. La bellezza quindi risiederebbe nell’archetipo, non nella forma esteriore. Benedetto Croce riprende il concetto di opera d’arte neoplatonico e lo estremizza. Per il filosofo italiano l’arte è pura intuizione e l’opera d’arte corrisponde all’immagine “interiore dell’artista”, in quanto espressione pura del genioSecondo Walter Benjamin, filosofo tedesco del Novecento, ciò che contraddistingue un’opera d’arte è invece il suo “hic et nunc”,  un qui ed ora, che si afferma in un particolare intreccio spazio-temporale e che costituisce i caratteri di unicità, autenticità e autorità di ogni creazione artistica. Sempre secondo il filosofo tedesco la nascita delle nuove tecniche di riproduzione (ed in particolar modo della fotografia) avrebbe però privato l’opera d’arte della sua “aura”.

Oggi, la Gioconda stampata su un foulard, la Primavera di Botticelli su una tazza, i famosi “dripping” di Pollock che decorano delle magliette sembrerebbero dar ragione ai vaticini di Walter Benjamin. La riproducibilità dell’opera d’arte ha dunque veramente causato la perdita irrimediabile dell’aura, ovvero del «qui e ora» magico e unico che si fonde con la creazione artistica contraddistinguendola?

Nell’ Ars Poetica, Orazio afferma che la poesia doveva essere intesa come veicolo di conoscenza e al tempo stesso doveva essere in grado di suscitare emozioni, di commuovere: il poeta aveva infatti il compito di mostrare al pubblico le passioni che intendeva trasmettere. Effettivamente, ciò che distingue l’opera d’arte originale dalla sua riproduzione è proprio il fatto di scaturire da una emozione e al tempo stesso di “emovere”, ovvero “smuovere” un sentimento. Quindi, sebbene l’avvento delle tecniche di riproduzione abbiano intaccato il concetto di “unicità spazio-temporale” di un’opera, non viene assolutamente meno il presupposto di qualsiasi esperienza estetica necessaria per “vivere” l’opera: ovvero l’emozione.

“Art is Now” è dunque una mostra d’arte contemporanea di artisti stranieri, le cui opere sono connesse al presente, “all’oggi”, ma al tempo stesso vanno “oltre” quell’hic et nunc poiché sono in grado di aprire gli occhi della mente e del cuore e di sospingerci verso l’alto. Del resto, “l’arte è capace di esprimere e rendere visibile il bisogno dell’uomo di andare oltre ciò che si vede, manifesta la sete e la ricerca dell’infinito. Anzi, è come una porta aperta verso l’infinito, verso una bellezza e una verità che vanno al di là del quotidiano.” ( Papa Benedetto XVI ).

L’Inaugurazione avrà luogo Venerdì 3 Maggio 2019, alle ore 19.00, in via il Prato 11r, Firenze. Durante la serata sarà offerto un cocktail di benvenuto mentre musicisti jazz suoneranno dal vivo, creando un felice connubio tra Arte e Musica.

Virginia Bazzechi Ganucci Cancellieri

 

PRESS RELEASE

Group exhibition: “Art is Now”
Organizers: Art Director Angela Fagu
Opening Show:  Friday 3rdMay 2019 at 19:00
Duration Show: 3rdMay –27th May 2019
Location: Galleria360 Via il Prato 11R Florence
Website: www.galleria360.it Shop-online: http://shop.galleria360.it/
Email: info@galleria360.it Tel. +39 0552399570
Opening hours: from Monday to Friday inclusive 10:00 a.m -1:00 p.m. | 3:00 p.m.-7:00 p.m.; Saturday and Sunday closed
Free entry
 

“No one can explain how the notes of a Mozart melody, or the folds of a piece of Titian’s draperyproduce their essential effectsIf you do not feel it, no one can by reasoning make you feel it.” (John Ruskin)

According to Plotinus, a neo-Platonic philosopher who lived in the 3rd century AD, the work of art coincides with “the idea”; that is, the perfect image that the artist has in himself and on which he founds his work. So beauty would reside in the archetype, not in the outer form. Benedetto Croce takes up the concept of Neoplatonic artworks and exaggerates it. For the Italian philosopher, art is pure intuition and the artwork corresponds to the “interior image of the artist“, as a pure expression of genius. According to Walter Benjamin, German philosopher of the twentieth century, what distinguishes an artistic work is instead its “hic et nunc”, a here and now, which is affirmed in a particular space-time plot and which constitutes the artistic creation’s characteristics of uniqueness, authenticity and authority. Moreover, according to the German philosopher the birth of new techniques of reproduction (and in particular of photography) would have deprived the artwork of its “aura”.

Today, The Gioconda printed on a scarf, Botticelli’s Spring on a cup or the Pollock’s famous “dripping” on a t-shirt would seem to agree with Walter Benjamin’s ideas. So, the reproducibility of the artwork has really caused the irremediable loss of the aura, namely the magical and unique “here and now” that blends with the artistic creation distinguishing it?

In Ars Poetica, Orazio affirms that poetry was meant to be a vehicle for knowledge and at the same time had to be able to stir up emotions, to move: the poet had in fact the task of showing to the public the passions he wanted to transmit. Indeed, what distinguishes an original artwork from its reproduction is precisely the fact of arising from an emotion and, at the same time, of stirring a feeling. So, although the advent of reproduction techniques have undermined the concept of “spatio-temporal uniqueness” of an artistic work, the presupposition of any aesthetic experience necessary to “live” the artwork remains unbroken: that is, the emotion.

“Art is Now” is therefore a contemporary art exhibition of foreign artists, whose works are connected to the present, but at the same time they go “beyond” that hic et nunc since they are able to open the eyes of the mind and of the heart and to push us upwards. After all, “the art is able to express and make visible the human need to go beyond what is seen, manifests the thirst and the search for the infinite. Indeed, it’s like an open door to the infinite, to a beauty and a truth that go beyond the everyday life” (Pope Benedict XVI).

The inauguration will take place on 3rd Friday of May 2019, at 19.00, in Via il Prato 11r, Florence. During the opening will be offered a welcome drink while Jazz musicians will play live animating the evening and creating a pleasant union between Art and Music.

aVirginia Bazzechi Ganucci Cancellieri

Details

Start: Maggio 3
End: Maggio 27
Cost: Gratuito
Evento CategoryMostre

Luogo

Venue Name: Galleria360
Address: Via Il Prato 11r
Firenze, Firenze 50123 Italy

+ Google Maps
Phone: +39 0552399570

Organizzatore

Organizer Name: Art Director Angela Fagu
Phone: +39 0552399570
Email: